Arrivano gli eco incentivi

Prima di comprare verificate la possibilità dello sconto

Le case in classe A e  B hanno diritto al contributo da 7 a 5 mila euro

di Paolo Bellini

Ed ecco fare la sua apparizione nel settore immobiliare l’efficienza energetica. Si! Perché il recente decreto del Governo sugli incentivi mette in risalto la bontà delle case ad alto contenimento energetico dotandole di un incentivo variabile dai 5 mila ai 7 mila euro in funzione della classe energetica dell’edificio.

Che cos’è questo incentivo? E’ in sostanza “uno sconto” a cui ha diritto l’acquirente sul prezzo di acquisto in base alla classe energetica della casa stessa.

Le domande vanno presentate a partire dal 15 aprile (in un primo momento di parlava del 6 aprile) in quanto “lo sconto” va prenotato attraverso l’apposito call center, che sarà gestito da Poste italiane. Il termine per accedere ai contributi e agli sgravi fiscali è fissato al 31 dicembre 2010 ed è soggetto ad esaurimento delle risorse. Infatti sono stati stanziati 300 milioni di euro dal Consiglio dei Ministri a questo scopo.

I clienti si dovranno rivolgere ai loro “Rivenditori” che nel caso delle abitazioni sono i costruttori edili o le società immobiliari ai quali è riservato l’onere di attivarsi, a favore dei clienti, che ne hanno fatto espressa richiesta. Spetta proprio al “Rivenditore” dice la legge, verificare la disponibilità delle somme a disposizione, per via telematica o telefonica, e comunicare all’acquirente la disponibilità o meno dell’ incentivo. In pratica, come detto prima, l’agevolazione si dovrebbe tradurre in “uno sconto” sul prezzo di acquisto del bene che interessa.

Si perché a beneficiare delle agevolazioni non vi sono solo le case, ma anche l’acquisto di elettrodomestici e dei mobili per la cucina purché in classe “A”.  Il “Rivenditore” che effettuerà di fatto lo sconto lo recupererà poi tramite le Poste, con una procedura indicata dal Governo.

La novità più rilevante, come detto, è quella rappresentata dall’incentivo riservato ai compratori di eco-case. Si tratta di abitazioni ad alta efficienza energetica, voluta dal Governo anche per agevolare i costruttori edili, molto colpiti dalla crisi. Nel contempo l’introduzione degli incentivi farà sì che  i clienti richiederanno sempre più case in grado di garantire alti risparmi energetici.

L’ammontare degli incentivi per l’acquisto di eco-case varierà in base all’efficienza energetica, valutata secondo i parametri già previsti per i lavori di riqualificazione energetica delle abitazioni (quelli per intenderci della detrazione del 55% di cui al decreto legislativo 192/2005). Ecco quindi entrare prepotentemente in campo la Certificazione Energetica degli edifici che è obbligatoria sia nell’acquisto che nella locazione di case, da elaborarsi secondo i principi dettati dall’ENEA, l’ente preposto alla materia.

L’A.C.E. (attestato di certificazione energetica) è una sorta di carta d’identità energetica dell’edificio divisa per classi: dalla “A” alla “G”. La certificazione è già obbligatoria per gli edifici di nuova costruzione, per le ristrutturazioni e anche in caso di compravendite di vecchi edifici. Da luglio lo sarà anche per gli affitti e per avere diritto agli incentivi bisogna avere una casa o in classe “A” o in classe “B”.

In questo caso la norma prevede un contributo (sconto) pari a 83 euro/mq di superficie utile, con un massimo di 5 mila euro, per immobili in classe “B”, che garantisca un risparmio energetico del 30% (rispetto ai valori fissati dal citato Dlgs 192/2005). Lo sconto sale a 116 euro/mq, con un massimo sull’acquisto pari 7mila euro, per le case in classe “A” se i consumi energetici si riducono del 50%.


Tabella degli sconti di alcuni oggetti colpiti dagli incentivi

Oggetto Sconto sul prezzo Incentivo massimo
Abitazioni in classe “A” 116 €/mq 7.000.000 euro
Abitazione in classe “B” 83 €/mq 5.000.000 euro
Arredamento delle abitazioni 20% 500 euro
Cappe elettriche, forni elettrici e piani di cottura 20% 80 euro
Lavastoviglie 130 euro
Mobili e elettrodomestici della cucina (in classe A) 10% 1.000 euro

Sono previste agevolazioni con rottamazione per ciclomotori, macchine agricole e barche.

I professionisti abilitati al Certificato Energetico per le case

Categoria indirizzo telefono
Geometri Rovigo – via Miani 33. 0425 – 21493
Ingegneri Rovigo – via Mazzini 24 0425 – 21159
Architetti Rovigo – via Toti 36 0425 – 421799
Periti Industriali Rovigo – L. Einaudi 24 int.18 0425 – 28155

Le società e i professionisti specializzati in Polesine

Academy srl indirizzo telefono
ACADEMY Srl Rovigo – viale Oroboni 98. 0425 – 360.630
STUDIO BELLINI Lendinara – P.za Risorgimento 32 0425 – 606.938
STUDIO FURIN Rovigo – via Pascoli 1 L 0425 – 090.040
POLISTUDIO Spa Rovigo – Borsea 0425 – 4728
LABO Tecnic Studio Porto Viro –  via Mantovana 78 0426 – 323.442

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>