Anche per le case c’è la moda

I giovani single e le giovani coppie sognano una casa tutta per loro. E nell’immaginario collettivo giovanile vi è una casa cablata, con tutti i conforts ma soprattutto attenta al risparmio energetico. Le tematiche ambientali sono al primo posto nell’attenzione all’acquisto e spingono a spendere dal 3% al 10% in più rispetto ai prezzi medi di mercato, mentre il deprezzamento, in caso di fabbricato a basso livello energetico, può arrivare fino al 5%. Secondo una recente indagine l’8,4% di coloro che intendono acquistare casa, nei prossimi mesi ha intenzione di installare pannelli solari e fotolvoltaici, mentre un italiano su due ha in programma un intervento di ristrutturazione energetica, con un budget di 5 mila euro. E’ confermato che i giovani prediligono appartamenti di piccolo taglio ma ben accessoriati: ideale il cablaggio internet con fibra ottica. Le unità immobiliari vengono cercate in zone accessibili e ben servite da mezzi pubblici e da collegamenti viari. La scelta del piccolo appartamento, per i giovani, è dettata soprattutto dalla spesa e dalla difficoltà di accedere al credito bancario. Va anche detto che il piccolo appartamento si affitta più facilmente nel caso in cui si decida di scegliere un’altra soluzione abitativa, mantenendo in proprietà il mini appartamento originale. Va di gran moda tra i giovani il tetto o il soffitto in legno “a vista” così come il riscaldamento “a pavimento”. Per le tinte interne lo spatolato e il marmorino sono ancora molto gettonati, purchè i colori siano decisi e moderni. Per i serramenti le scelte si dividono a metà: c’è chi li cerca bianchi e in alluminio coibentato, chi invece li vuole in legno tradizionale con vetro camera. Un elemento che non può mancare è l’aria condizionata così come il termostato elettronico. Per le porte interne si prediligono quelle a scomparsa e la zona giorno deve essere possibilmente open space. Sono due il numero ideale di bagni anche se, al limite, ne basta uno purché con doccia e finestra. Anche per la pavimentazione vince il legno sugli altri materiali, il più delle volte posato anche in bagno. Il mosaico alle pareti è ancora richiesto, soprattutto per l’angolo doccia, anche se sta perdendo posizioni a favore di ceramiche grezze, scure, con inserti di pietre di fiume.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>