Distanza tra fabbricati: quando deve essere di 10 metri?

Le distanze di sicurezza tra fabbricati di nuova costruzione (o ristrutturati) ed esistenti sono regolamentate, principalmente, dal Decreto Ministeriale n. 1444/1968, art. 9, che prevede diverse misure a seconda della zona urbanistica in cui ci si trova. I Comuni hanno poi la facoltà di modificare, in maniera più restrittiva, le disposizioni generali. Uno dei casi più frequenti è quello che riguarda la distanza tra fabbricati isolati con pareti finestrate posti al di fuori del centro storico, che di norma è pari a 10 metri (o all’altezza dell’edificio più alto). Di recente, una sentenza del Consiglio di Stato ha fatto chiarezza sul concetto di parete finestrata, elemento determinante per l’applicazione del dispositivo di legge.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>