La Consulta nazionale dell’Intermediazione convocata a Roma

consulta 4Il gotha delle associazioni degli agenti immobiliari con i suoi massimi esponenti si è riunito a Roma presso la sede dell’Anama Confesercenti. A fare gli onori di casa il presidente nazionale dell’Anama Paolo Bellini con il direttore Fabio D’Onofrio. Presenti la Fimaa con il neo presidente nazionale Valerio Angeletti e il coordinatore della consulta Tino Taverna e la Fiaip con il neo eletto presidente Paolo Righi ed il suo vice Franco D’Onofrio. Un tavolo autorevole per discutere su temi altrettanto importanti per la categoria: il recepimento della direttiva europea sui servizi. Questo provvedimento è fondamentale per il futuro delle professioni e delle attività commerciali e di servizio. La ratio che guida la Direttiva è nel favorire la libera circolazione dei cittadini e dei professionisti. Per queste ragioni il Governo italiano deve equilibrare le esigenze interne dettate dalle leggi che impongono, per esempio agli agenti immobiliari di superare un esame di abilitazione, e la libera circolazione degli agenti immobiliari provenienti dagli Stati membri. E’ facile intuire che se in Italia è obbligatorio frequentare un corso di formazione e superare un esame non sarà possibile all’agente immobiliare lituano, per esempio, svolgere la stessa attività in assenza di requisiti. La competenza e la professionalità richiesta dai consumatori non si inventa ma la si costruisce con lo studio e l’esperienza. Su questo i leaders delle tre associazioni nazionali sono impegnati per derimere ogni possibile discrasia operativa e dare linearità al traffico della professione di agente immobiliare su tutto il territorio europeo. Nella foto (da sx): Franco d’Onofrio, Paolo Righi, Paolo Bellini, Fabio D’Onofrio, Valerio Angeletti e Tino Taverna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>