Agenti immobiliari in cerca di fiducia

Ecco il pensiero di Paolo Bellini, presidente di Anama, terza (Fiaip e Fimaa hanno un numero maggiore di iscritti) in merito alle questioni sollevate dall’articolo: Casa dolce casa, quanto mi costi?

Anama è consapevole che il futuro dell’agente immobiliare italiano sta nella sua capacità di acquisire un ruolo nella società che non sia un semplice numero su un pezzo di carta ma una specifica funzione: quello di essere riconosciuto come un professionista utile ed indispensabile nella compravendita immobiliare.

Per raggiungere questo obiettivo l’intera categoria si deve interrogare sullo stato di professionalità e competenza dei suoi appartenenti, per i quali Anama prevedeforme serissime di aggiornamento e di formazione(poi chi gestirà il business della formazione? un organo terzo, ndr). L’autorevolezza dell’agente immobiliare si conquista sul campo della preparazione e della capacità di seguire il cliente, passo dopo passo, versa la stipula del rogito notarile. Un agente “ignorante” è il peggiore dei mali che possa capitare a un cliente che, giustamente, si affida “al professionista” per ottenere certezze e tranquillità.

Clicca qui e leggi il resto su il Sole 24 Ore

Pubblicato in: News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.