Il Governo sopprime il Ruolo ma mantiene Corso ed esame. Arriva la qualifica professionale.

Quello che l’11 di febbraio avevano chiesto le Commissioni parlamentari (e cioè di non sopprimere il Ruolo) viene completamente disatteso dal Governo che ha proceduto, venerdì 19 marzo, ad emanare un decreto legislativo con il quale:

  • si sopprime il Ruolo, di cui all’art. 2 della legge 39/89;
  • si istituisce lo sportello unico comunale dove dare inizio attività e consegnare i documenti comprovanti il possesso dei requisiti;
  • si da alla camera di commercio il compito di verificare i requisiti per svolgere l’attività professionale (titolo di studio, corso obbligatorio ed esame) e assegnare la qualifica di agente immobiliare.

Le ditte individuali andranno iscritte al REA mentre le società nel Registro delle Imprese, sempre presso la Camera di Commercio.

Quindi la “paventata liberalizzazione” si traduce in una sistemazione del Ruolo, diventato forse una scatola vuota da quando è stata soppressa la relativa Commissione con i decreti Bersani, sostituendolo con il Rea e il Registro delle imprese.

Oggi per diventare agenti immobiliari si deve possedere il titolo di studio idoneo, frequentare un corso autorizzato dalla Regione ed aver superato l’esame presso la Camera di Commercio.

Un commento su “Il Governo sopprime il Ruolo ma mantiene Corso ed esame. Arriva la qualifica professionale.

  • Il mio più che un commento è un dubbio: l’incompatibilità con l’esercizio di altre professioni rimane invariato?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.