Le planimetrie catastali

Le planimetrie catastali sono quelle schede che, di norma, vengono allegate agli atti notarili di compravendita. Servono per identificare un immobile e capire la sua conformazione. Sono in scala 1:200 cioè ogni centimetro vale due metri e quindi è anche facile calcolare le misure dei vani. Le altezze interne sono di regola già indicate nelle planimetrie stesse che, leggendole a dovere, indicano anche dove sono le finestre, le porte d’ingresso, ma anche i bagni, le camere da letto, la cucina ed il soggiorno. Sono indicate anche le terrazze o i poggioli o le soffitte. Per i garages va detto che la scheda relativa è a parte rispetto a quella dell’appartamento anche perchè sono diverse le categorie catastali che per l’abitativo e i suoi accessori sono in categoria A mentre il garage è in categoria C e per la precisione C/6. Dalla verifica delle planimetrie catastali e dallo stato di fatto di un immobile è possibile riscontrare se vi sono delle difformità per le quali sia necessario effettuare un aggiornamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.