Agevolazioni prima casa anche per l’usucapione

L’usucapione è il mezzo, mediante il quale, si acquista la proprietà di un bene attraverso il possesso ininterrotto per un determinato periodo. Per gli immobili servono vent’anni di possesso alla luce del sole e mai interrotto per poter chiedere al Giudice di decretare l’usucapione del bene. In questi casi, però, nonostante non vi sia prezzo pagato, bisogna fare i conti con la tassazione. Ed ecco una bella novità: il pronunciamento dell’Agenzia delle Entrate che ha rivisto la posizione assunta in passato, che reclamava la tassazione normale, (7% sul valore del bene) anche se in presenza di una “prima casa”. Oggi l’Agenzia delle Entrate allarga le agevolazioni “prima casa”, proprio in caso di usucapione, stabilendo l’allargamento del beneficio dell’imposta di registro al 3% . Si sancisce quindi il principio che il beneficio spetta anche quando l’acquisto non avviene per contratto ma per effetto dell’usucapione, cioè del possesso protratto per il periodo di tempo prescritto dalla legge. E’ quanto affermato dall’Agenzia delle Entrate nella Risoluzione n. 25/E del 20 marzo 2012, facendo così un dietrofront su quanto era stato in precedenza indicato nella Circolare n. 267 del 16.10.1997.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.