Procedimento per il rilascio del permesso di costruire

In larga sintesi tentiamo di descrivere il percorso necessario per ottenere il Permesso di costruire. La domanda si presenta allo sportello unico del Comune assieme:

a) al titolo di proprietà,

b) agli elaborati di progetto previsti dal regolamento edilizio,

c) ad un’autocertificazione circa la conformità del progetto alle norme igienico-sanitarie.

Entro dieci giorni il Comune comunica al richiedente il nominativo del responsabile del procedimento (artt. 4 e5 L. 7 agosto 1990, n. 241).

Entro sessanta giorni dalla domanda, il responsabile del procedimento cura l’istruttoria, acquisisce i prescritti pareri dagli uffici comunali, nonché i pareri di rito e, valutata la conformità del progetto alla normativa vigente, formula una proposta di provvedimento.

Entro i successivi quindici giorni il responsabile del procedimento, ha facoltà di chiedere modifiche al progetto originario, illustrandone le ragioni. Va detto che la richiesta di integrazioni sospende il termine fino al relativo esito. Questo termine, però, può essere interrotto una sola volta dal responsabile del procedimento ed entro quindici giorni dalla presentazione della domanda. Nei casi più complicati e complessi il Comune può acquisire atti di assenso, di altre amministrazioni, convocando una conferenza di servizi. Il provvedimento finale, che lo sportello unico provvede a notificare all’interessato, è adottato dal dirigente o dal responsabile dell’ufficio, entro quindici giorni dalla proposta ovvero dall’esito della conferenza di servizi citata. Dell’avvenuto rilascio del permesso di costruire è data notizia al pubblico mediante affissione all’albo pretorio. Gli estremi del permesso di costruire sono indicati nel cartello esposto presso il cantiere, secondo le modalità stabilite dal regolamento edilizio.

Alcune novità sono state introdotte con il Decreto Legge n. 70 del 13 maggio 2011 – art. 5 (convertito con modificazioni nella legge n. 106 del 12/07/2011).

Dal 14 maggio2011 inavanti vige:

– l’obbligo di allegare alla domanda di permesso di costruire la relazione del professionista abilitato, che asseveri la conformità del progetto agli strumenti urbanistici approvati e adottati e a tutta la normativa di settore;

– l’introduzione del meccanismo del “silenzio-assenso” nel procedimento di rilascio del permesso di costruire, salvo i casi in cui sussistono vincoli ambientali, paesaggistici e culturali. In questo modo, se è decorso il termine complessivo per la conclusione del procedimento (150 giorni dalla domanda) senza che l’ufficio abbia richiesto integrazioni o modifiche e senza che sia stato comunicato il formale diniego, la richiesta di permesso è tacitamente accolta.

 

Schema degli atti e della documentazione da produrre per il Permesso di costruire

Domandaredatta su apposita cartella o modello
Elaborati progettualiplanimetrie, piante, sezioni, prospetti, particolari costruttivi
Relazionetecnico-descrittiva
Relazioneigienico sanitaria
Documentazionefotografica con punti di vista fotografici
DocumentazioneLegge 13/89 (superamento barriere architettonici)
DocumentazioneD.M. n. 37 del 2008 (progettazione degli impianti tecnologici)
Documentazionepratica ULSS o autocertificazione igienico sanitaria
DocumentazioneLegge 10/91 (verifica dispersioni termiche edificio)
Documentazioneprogettazione normativa acustica
Calcolo superfici e volumicomputo estimativo per il calcolo degli oneri concessori
Relazione geologicaper ristrutturazioni, ampliamenti, nuove costruzioni
Pratica genio civileove richiesta
ComunicazioneInizio lavori
Comunicazionedocumenti dell’impresa esecutrice dei lavori
Comunicazionefine lavori
Richiestacertificato di agibilità

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.