Chi è mediatore? Dispensa n. 1 di Paolo Bellini

mediationParte con questo articolo la pubblicazione delle dispense, elaborate dal Dott. Paolo Bellini, per i candidati agenti immobiliari. Un lavoro di messa in ordine dei vari temi che caratterizzano la figura dell’agente immobiliare, della sua iscrizione in camera di commercio e la conseguente “qualifica professionale”. Materiale interessante ed utile per chi intende prepararsi all’esame di agente immobiliare e per tutti “i mediatori” che già operano nel settore. A questo proposito vi invitiamo a conservarlo per crearvi il vostro manuale delle informazioni e delle leggi che sono di interesse per il settore. Un opera editoriale “a puntate” che il coordinatore dei Corsi On Line di Academy, nonché presidente nazionale ANAMA mette a disposizione dei lettori del nostro sito e dei corsisti candidati agenti immobiliari. La Redazione.

Dispensa n. 1 : Chi è il mediatore d’affari?

La legge è chiara: stabilisce che è mediatore chi mette in contatto venditore e acquirente con lo scopo di far concludere un affare. In sostanza l’attività dell’agente di affari in mediazione (detto anche mediatore) si concretizza appunto nell’attivarsi, con mezzi ed azioni, nel mettere in contatto due o più parti al fine della conclusione di un affare. Fondamentale, però risulta il fatto che il mediatore non deve essere legato ad alcuna delle parti da rapporti di collaborazione, di dipendenza o di rappresentanza (art. 1754 c.c.).

I mediatori conosciuti e i loro settori di riferimento sono:

gli agenti immobiliari, i più noti, di norma aprono un agenzia immobiliare e sono coloro che intendono svolgere l’attività di mediazione per la conclusione di affari relativi ad immobili ed aziende;

gli agenti merceologici, la figura “più antica” del mediatore, detto anche “sensale” e riguarda quelli che intendono favorire la conclusione di affari relativi a merci, derrate e bestiame;

gli agenti con mandato a titolo oneroso, che troviamo solo nel settore immobiliare, sono quei soggetti che ricevendo incarico da una sola parte, operano a favore della stessa e dalla quale sono legittimati a pretendere il compenso. Sono operatori volutamente inseriti nel grande mondo dei mediatori che operano sulla scorta di obblighi contrattuali, in base ai quali si adoperano per raggiungere l’obiettivo richiesto dalla parte mandante.

gli agenti in servizi vari rappresentano quegli operatori che si propongono come intermediari per la conclusione di affari nel settore servizi.

Dall’ 8 maggio 2010, a seguito dell’entrata in vigore del D. Lgs. 59/2010 art. 73 è stato soppresso il ruolo degli agenti di affari in mediazione mantenendo comunque invariata la normativa di riferimento ed il necessario possesso dei requisiti previsti, proprio per poter svolgere l’attività di mediatore.

In pratica non si parla più di iscrizione al ruolo per raffigurare la regolare posizione di un mediatore in camera di commercio bensì di iscrizione al “Registro delle Imprese” o del “REA” – Repertorio Economico Amministrativo, per le ditte individuali. Infatti l’ufficio del Registro delle Imprese verifica il possesso dei requisiti ed iscrive i relativi dati nel registro stesso per le imprese e nel Repertorio Economico Amministrativo (REA) per le ditte individuali assegnando la “qualifica di intermediario” per le diverse tipologie di attività. Il tutto entro il termine di 60 giorni.

Nel caso in cui sia accertata carenza dei requisiti e dei presupposti richiesti dalla legge o da atti amministrativi a contenuto generale, l’Ufficio del Registro Imprese (in camera di commercio il più delle volte si trova ancora nella divisione Albi e Ruoli) dovrà adottare motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell’attività e di rimozione degli eventuali effetti dannosi di essa. Salvo che entro un mese (30 giorni) il soggetto interessato provveda a conformare la sua attività alla normativa vigente.

Dal 12 maggio 2012 è entrato in vigore il “nuovo Regolamento” a seguito del Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 26 ottobre 2011, nel quale sono disciplinate le modalità di iscrizione nel Registro delle Imprese delle attività di mediazione e le modalità di passaggio dei requisiti dei soggetti imprenditoriali (imprese) e delle persone fisiche (ditte individuali) iscritti nel soppresso Ruolo.

In allegato: DM 26/10/2011 testo integrale

[download id=”43″]

[download id=”47″]

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.