L’agente immobiliare: da mediatore a consulente

Competenza, professionalità, capacità operativa e conoscenza della materia.

Un tempo il mediatore era importante perché sapeva determinare il valore di mercato degli immobili. Poi la sua funzione principale è stata quella di trovare la casa dei desideri del cliente, soddisfando nel contempo i bisogni del venditore. Il mediatore quindi aveva “in mano” il mercato. Lui conosceva le case in vendita e con lui si effettuavano viste e sopralluoghi.

Oggi tutto è cambiato! Le case si trovano in internet. Sono i portali immobiliari a detenere il portafoglio immobili posto in vendita. Al mediatore non si chiede di individuare l’immobile ma di affiancare il cliente nel difficile percorso dell’acquisto o della vendita della casa.

Un esperto quindi al fianco dei clienti. Un consulente vero, un conoscitore del mercato, delle valutazioni di zona ma anche un professionista capace di verificare l’esistenza di vincoli, pesi e gravami. Il mediatore di oggi è un Agente immobiliare abilitato, capace di comprendere i bisogni del cliente ed assisterlo nell’intero percorso dettato dalla compravendita immobiliare.

Il vecchio “sensale” è ormai sparito. Oggi il mercato vuole il vero professionista, a cui affidare intenzioni, volontà. desideri e sogni. Solo in questa veste la provvigione al mediatore non è più un peso gravante nella trattativa ma il giusto compenso a chi è capace di rendere sereno il difficile compito legato ai contratti immobiliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.